×

Lo sviluppo del meteo: previsioni e tecniche

Lo sviluppo del meteo: previsioni e tecniche

Il meteo: la grande notorietà degli ultimi anni

Negli ultimi anni, grazie al grande interesse che tanti fenomeni meteorologici hanno avuto e stanno avendo sull’opinione pubblica, ma anche grazie e soprattutto alle nuove tecnologie che ne permettono una maggiore e precisa diffusione, hanno acquistato grande notorietà e importanza le previsioni meteo.

Queste sono ormai presenti su ogni sito, giornale o telegiornale e permettono di avere informazioni generaliste, ma anche specifiche, su quanto accadrà meteorologicamente nei giorni successivi. Sono dati fondamentali per tutte le questioni ambientali, ma anche di viaggio e per l’organizzazione di eventi.

L’importanza delle carte meteorologiche

Importanti nel mondo della meteorologia sono le carte meteorologiche. Esse sono, appunto, carte, ove sono riportate le informazioni sullo stato, presene o futuro, dell’atmosfera e del meteo. Le carte meteorologiche possono essere di vario genere: possono riportare i dati della pressione atmosferica, della temperatura, delle precipitazioni, della copertura nuvolosa o altro.

Così come possono riguardare solo una piccola zona o tutta una regione o una nazione, fino ad arrivare a quelle più specifiche che riguardano tutto il globo terrestre o solo un emisfero. Queste carte meteo vengono realizzate grazie alle raccolte dati relative alle rilevazioni effettuate in maniera costante dalle stazioni meteorologiche relative alla zona che si vuole segnalare.

meteo-previsioni

Come vengono effettuate le previsioni

Le previsioni meteo, o prognosi, vengono effettuate grazie a equazioni matematiche fondamentali della scienza che studia questi fenomeni: la fisica dell’atmosfera. Le carte più note sono quelle che permettono di effettuare previsioni sui cambiamenti meteorologici; esse indicano il campo delle isobare, che sono quelle linee ipotetiche che uniscono su una carta geografica i punti con uguale pressione atmosferica. Da esse è possibile determinare la mutazione del tempo atmosferico su un determinato territorio.

Tra le varie carte del meteo ci sono anche quelle di precipitazione e di temperatura, che riportano i valori calcolati dai modelli matematici dell’atmosfera. Le carte meteo sono elaborate e diffuse mediamente ogni 6 ore per permettere un controllo costante delle situazioni meteo.

Cosa deve fare il meteorologo?

Il lavoro del meteorologo non si basa solo sulla registrazione dei dati relativi ai modelli matematici sviluppati dai computer, per quanto essi hanno raggiunto molta affidabilità e precisione, ma egli deve essere capace di adattare queste informazioni al territorio che sta analizzando sulla base dell’esperienza, perché i modelli statistici sono spesso complicati, essendo la realtà molto particolare e variegata. Sulle carte del meteo sono presenti molti dati e simboli, per leggere una carta meteorologica bisogna sapere cosa rappresentano.

Le lettere indicazioni la pressione: H – High o A – Alta per l’alta pressione o L – Low o B – Bassa per la bassa pressione. Sulle mappe sono presente semicerchi e triangoli che stanno ad indicare i confini per i fronti. Linee blu con i triangoli indicano i fronti freddi, mentre una linea rossa con dei semicerchi indica un fronte caldo. La temperatura è indicata in gradi Celsius e le precipitazioni in millimetri. Negli Stati uniti è differente: la temperatura in Fahrenheit e le precipitazioni in pollici.

La coperturanuvolosa, invece, è indicata da un cerchio al centro che più è pieno più significa che il cielo è coperto. La direzione del vento è indicata da linee con triangoli; ogni triangolo rappresenta 50 nodi, ogni linea piena 10 nodi, 5 nodi per le linee a metà.

Commento all'articolo